sabato 20 aprile 2019
News
archivi

Utile Xerox, previsioni battono stime; azioni saltano   01 febbraio 2019   


Xerox Corp ha battuto le aspettative di profitto degli analisti nel quarto trimestre e ha previsto profitti per l'intero anno superiori alle stime, suggerendo che le mosse per concentrarsi sulla nuova gestione stessero pagando e inviando le sue azioni al 6%.
 
L'azienda sta razionalizzando le sue attività e aumentando le operazioni sotto un nuovo regime installato dagli investitori attivisti Carl Icahn e Darwin Deason l'anno scorso.
 
Xerox aveva accettato di fondersi con la sua joint-venture di lunga data con la giapponese Fujifilm Holdings Corp, che lottava per far fronte al lungo declino della domanda di attrezzature per la stampa e la fotocopiatura.
 
Quell'accordo fu scartato sotto la pressione di Icahn e Deason, e il controllo fu consegnato alla nuova direzione sotto l'amministratore delegato John Visentin, un aiutante di Icahn.
 
"Rimaniamo concentrati sull'eliminazione della complessità nel modo in cui lavoriamo, organizzandoci in modo più efficace ... e vediamo che gli sforzi si riflettono nei risultati di questo trimestre", ha affermato Visentin. "Siamo ben posizionati mentre entriamo nel 2019."
 
Xerox ha dichiarato di prevedere un utile del 2019 compreso tra $ 3,70 e $ 3,80 per azione su base rettificata, ben al di sopra dell'aspettativa media degli analisti di $ 3,53, secondo i dati IBES di Refinitiv.
 
Alcuni analisti, tuttavia, hanno indicato un deficit nel fatturato del quarto trimestre di Xerox, che è stato di $ 2,53 miliardi rispetto alle previsioni di consenso di $ 2,56 miliardi, chiedendo se il taglio dei costi da solo possa portare i profitti promessi.
 
"La più grande domanda è come saranno in grado di mitigare le flessioni dei ricavi perché la capacità di ridurre i costi è finita e quindi di continuare a far crescere EPS, hanno bisogno di aumentare le entrate", ha affermato l'analista di Cross Research Shannon Cross.
 
L'utile netto attribuibile a Xerox è stato di 137 milioni di dollari, ovvero 56 centesimi per azione, rispetto a una perdita di 190 milioni di dollari, ovvero 76 centesimi per azione, un anno prima.
 
Escludendo gli articoli, la società ha guadagnato 1,14 dollari per azione, superando le stime di 1,04 dollari, aiutata da un calo del 5% dei costi totali. 




Datamaster Online (DMO) è un portale di benchmarking: informazioni sulla concorrenza, analisi, valutazioni, strumenti di confronto, dati tecnici, punti di forza e di debolezza del prodotto, TCO...
Per conoscere DMO


17 apr 2019  

08 apr 2019  

28 mar 2019  

27 mar 2019  

20 mar 2019  

13 mar 2019  

01 mar 2019  

13 feb 2019  

05 feb 2019  

04 feb 2019  

01 feb 2019  

28 gen 2019  

22 gen 2019  

14 gen 2019  

02 gen 2019  

14 dic 2018  

13 dic 2018  

10 dic 2018  

06 dic 2018  

05 dic 2018  

05 dic 2018  

04 dic 2018  

28 nov 2018  

20 nov 2018  

15 nov 2018  

15 nov 2018  

14 nov 2018  

05 nov 2018  

03 ott 2018  

01 ott 2018  

Elenco delle notizie correlate, pagine : 1    2    3    4    5    6    7    8    9    10    11    12    13    14    15    16    17    18   

accesso all'area iscritti

News structure
OKI Europe lancia la stampante a colori A3 più piccola sul mercato
08 aprile 2019

La serie OKI C800: stampanti ultracompatte progettate per produrre sia i banner da 1,3 m che per coprire tutti gli altri requisiti di stampa giornalie (...)

28 marzo 2019


27 marzo 2019


20 marzo 2019

LinkedinTwitterViadeo
structure